Ilaria Del Carretto

Pubblicato il da new moon

Ilariailaria-del-carretto.jpg nacque in Liguria, non si sa di preciso se nel castello di Finale Ligure o in quello di Caret (ora Cairo Montenotte), nel 1379, figlia di Carlo Del Carretto, signore di Finale Ligure, discendente del leggendario Aleramo, Conte del Monferrato e Marchese della Liguria Occidentale.
Aleramo fu protagonista di numerose imprese per le quali l'Imperatore, nel 934 lo dichiarò pubblicamente fedele suddito del sacro Romano Impero.
Successivamente nel 1162, l'Imperatore Federico Barbarossa confermò il feudo di Savona ad Enrico I detto il "guercio" perchè aveva perso un occhio durante una crociata.
I Carretto acquisirono, in seguito, lo stemma d'Enrico I: uno scudo a cinque bande in campo d'oro con aquila bicipide imperiale su un carretto trainato da leoni.
I Carretto ebbero un castello in Caret, i cui ruderi restano tuttora visibili le rovine a Cairo Montenotte, nei pressi di Savona.
Il padre di Ilaria fu un abile uomo d'arme e un politico di prim'ordine, ostile alla vicina Repubblica di Genova e alleato del Duca di Milano.
Nel 1400, dopo varie vicissitudini e vendette, dopo che Lazzaro Guinigi fu assassinato, pare su istigazione dell'altro fratello Antonio, Paolo divenne signore di Lucca.
In quell'anno Paolo Guinigi sposò Maia Caterina Antelminelli, figlia di Valeriano, discendente del famoso Castruccio.
Quando Maria Caterina sposò il Guinigi, aveva solo 11 anni.
A quanto risulta il matrimonio non fu mai consumato anche perchè, verso la fine dell'anno, la giovane morì di peste poco prima che lo sposo salisse  al potere.
Il matrimonio fu, chiaramente , frutto di un'unione concentrata fra le famiglie perchè la giovane era rimasta orfana ma aveva una dote ricchissima.
Dopo la morte della giovane moglie Gian Galeazzo Visconti, Duca di Milano il quale intendeva avere un alleato, suggerì al Guinigi, di sposare la figlia dei Carretto suo fedele alleato e della quale si parlava un gran bene, si diceva che era un bella ragazza bionda, un pò più alta del normale, perfettamente educata e abituata anche alla vita spartana.
Il matrimonio giovava quindi sia al Duca di Milano che alle due famiglie che andavano imparentandosi e fu accolto con soddisfazione.
Ilaria aveva 24 anni e il suo sposo 30.
La giovane promessa sposa lasciò il castello natio il 25 o 26 gennaio 1403 e arrivò a Lucca il 2 febbraio.
Le nozze furono celebrate il giorno dopo nella chiesa di S.Romano.
Seguì un gran banchetto  che durò alcuni giorni.
Poi i due giovani sposi partirono per un lungo viaggio di nozze, a cavallo, attraverso i territori del Guinigi: la Garfagnana, la Lunigiana e la Versilia.
Dieci mesi dopo, alla vigilia di Natale, tornarono a Lucca dove si tenne un memorabile festa.
nel settembre del 1404, Ilaria dette alla luce un figlio Ladislao cui fece da padrino il Re di Napoli, ma un anno dopo, nel dare alla luce una bambina, Ilaria morì di parto.
La bimba fu chiamata Ilaria Junior.
Anche i due figli di Ilaria non ebbero vita fortunata: Ladislao che divenne un bravo condottiero fu ucciso in un tranello tesogli da Francesco Sforza, mentre Ilaria Junior, andata in sposa al fratello del doge di Genova, Battista di Campofregoso, morì nella notte tra il 7 e 8 dicembre (anno incerto) sembra avvelenata dal marito per gelosia.
Il monumento funebre di Ilaria del Carretto è custodito nel Duomo di Lucca.
Ilaria dorme in un sarcofago commissionato tra il 1406 e il 1408 dal marito, a Jacopo Della Quercia.

 tomba-Ilaria-del-Carretto.jpg

Con tag storie

Commenta il post

Giovangualberto Ceri 08/11/2011 00:33







marco 02/23/2010 21:46


oddio l'ho studiata ad adrte proprio la scorsa settimana oddio non ci volgio ripensare se ho bisogno di informazioni vengo da lei visto che è informata ahahahaha arrivederci contessa!


barbara 01/23/2010 17:19


Sì, è probabile!!!
Ricordati di catalogare l'articolo anche nella Community.
Ciao, buona serata.


new moon 01/23/2010 17:33


ora fatto!!!!! te l'ho detto che sono imbranata....ciao buona serata anche a te


barbara 01/23/2010 14:07


Che bella storia ... hai cominciato bene!
Ilaria ... dunque, una giovane donna vissuta nelle "nostre" terre .... solo tre anni di, forse, felicità nei quali avrà sicuramente ricordato con nostalgia quell'andare a cavallo per Garfagnana,
Lunigiana e Versilia: inerpicarsi sui monti e poi giù a rottadicollo verso la spiaggia di fronte al mare ... fantastico!!!
Brava Paola!


new moon 01/23/2010 16:51


...e forse magari avrà anche inprecato contro il cavallo e il marito...ciao